04 Mar 2014

Sistemi residenziali a tetto verde

0 Commenti

I tetti verdi, detti anche tetti vivi o piantumati, sono sistemi di piante e vegetazione viventi installati sul tetto di una struttura esistente o nuova. Il concetto di tetto verde è uscito da molto tempo. I giardini pensili di Babilonia costruiti intorno al 500 aC furono forse uno dei primi sistemi di tetto verde.

Popolare in Europa da decenni, la tecnologia ha migliorato i sistemi antichi, rendendo i tetti verdi disponibili e appropriati per quasi tutti i climi e le aree degli Stati Uniti. Tutti i sistemi di tetto verde sono costituiti da quattro componenti di base: uno strato impermeabilizzante, uno strato drenante, un substrato di coltivazione e la vegetazione. Alcuni tetti verdi includono anche sistemi di ritenzione delle radici e di irrigazione, ma non sono essenziali.

I sistemi per tetti verdi sono spesso suddivisi in due tipi: sistemi estensivi e intensivi. Un sistema esteso presenta piante basse come piante grasse, muschi ed erbe. Richiedono strati di terreno relativamente sottili (1-6 pollici) e le piante di solito producono pochi centimetri di fogliame. I sistemi costosi hanno un impatto minore sulla struttura del tetto, pesando in media 10-50 libbre per piede quadrato e sono generalmente accessibili solo per la manutenzione ordinaria. La maggior parte delle applicazioni residenziali è composta da sistemi di tetti verdi estensivi. I sistemi intensivi presentano un terreno più profondo e possono supportare piante più grandi tra cui colture, arbusti e alberi. I sistemi intensivi possono essere più difficili da mantenere, a seconda delle piante utilizzate, e sono molto più pesanti dei sistemi estesi: vanno da 80 a più di 120 libbre per piede quadrato. I sistemi intensivi sono tipicamente progettati per essere accessibili agli abitanti dell'edificio per il relax e / o la raccolta.

Esiste un'ampia varietà di materiali utilizzati per ogni componente del sistema tetto verde, a seconda delle piante scelte, del tipo di sistema impiegato, del clima e della struttura sottostante. I mezzi di coltura includono terreni, torba e altri materiali organici, ghiaia e altri aggregati. È necessario uno strato di drenaggio per distribuire adeguatamente l'acqua e prevenire il ristagno. Per ridurre al minimo il peso del sistema, gli strati di drenaggio sono spesso realizzati in plastica o gomma, ma possono anche essere realizzati in ghiaia o argilla. Lo strato di drenaggio può o meno includere un mezzo filtrante per garantire l'aerazione. La membrana impermeabilizzante è un componente critico del sistema e dovrebbe includere una barriera antiradice per garantire che la superficie del tetto sottostante non sia compromessa. Se il materiale di impermeabilizzazione non è resistente alle radici, è necessario applicare uno strato aggiuntivo a tale scopo.

Le piante utilizzate nelle applicazioni del tetto verde devono essere facili da mantenere e tollerare condizioni meteorologiche estreme, inclusi il calore, il congelamento e la siccità, e devono avere sistemi di radici fibrose relativamente poco profonde. Le piante dovrebbero anche essere resistenti alle malattie e agli insetti e non generare semi dispersi nell'aria per proteggere le piantagioni circostanti. Le piante grasse, i muschi e le erbe adatti al clima sono spesso più adatti a sistemi estensivi per tetti verdi. Questi tipi di piante sono disponibili in una varietà di colori, in entrambe le opzioni decidui e sempreverdi. Molti vivai in tutto il paese sono specializzati in vegetazione per tetti verdi.

[superiore]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inchiesta ora

Non vediamo l'ora di sentirti!
Mettiti in contatto e ti ricontatteremo al più presto.